Loading.....

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

Galleria Patricia Armocida Logo

Jukhee Kwon, The Lightness of a Moment


Inaugurazione 06 Aprile 2020 h 17:00, Via Argelati n° 24, 20143 Milano (MI)


Fino al 30 Settembre 2020

Jukhee Kwon, The Lightness of a Moment

06 Maggio - 30 Settembre 2020

La Galleria Patricia Armocida è lieta di annunciare la nuova mostra personale dell’artista coreana Jukhee Kwon dal titolo The Lightness of a moment.

Per l’occasione saranno presentate tre nuove grandi istallazioni e venti opere inedite di medie e piccole dimensioni.

“Per vivere, proprio come per nuotare, va meglio chi è privo di pesi, perché anche nella tempesta della vita umana le cose leggere servono a sostenere, quelle pesanti a far affondare.”

Apuleio

Il titolo “La leggerezza di un momento” è legato al concetto della natura momentanea del tempo, formato da lampi che scorrono uno dopo l’altro. Il momento non ha né passato né futuro, è “leggero”. I libri utilizzati da Jukhee Kwon sono libri antichi, abbandonati o inutilizzati, legati ad un’epoca passata ma che, trasformati, diventano oggetti senza tempo.

 

Le maestose installazioni intrise di memorie pervadono gli spazi della galleria ed invitano lo spettatore ad un’esperienza più che ad una semplice contemplazione. Esse sono il risultato di un lungo e laborioso processo fatto di gesti ripetitivi che diventano per l’artista a poco a poco automatici e lievi, come il respiro. Ogni taglio ed ogni azione sul libro hanno per Jukhee Kwon il significato di un atto performativo che, se pur nascosto allo spettatore, è percepito dallo stesso nella complessità dell’opera finita.

 

L’osservatore viene attratto dalle sue sculture e si avvicina ad esse per scorgere una frase, un’immagine o per capire come sia stata possibile una tale trasformazione per poi lasciarsi guidare dalla nuova forma assunta dal libro. Contrariamente al procedimento, minuzioso, dettagliato e preciso, il lavoro finito assume forme piene e vigorose che rappresentano un sentimento di libertà e di movimento. L'atto di decostruzione del libro libera ogni pagina nello spazio emancipandolo dalla sua forma e dal suo scopo originale e sfida la percezione che lo spettatore ha di questo oggetto di uso quotidiano.

 

 

 

Jukhee Kwon è nata a Dae-Jun in Corea del Sud nel 1981 e attualmente vive e lavora a Grottaferrata (RM). Ha studiato Fine Arts presso la Chung-Ang University in Corea e ha conseguito un Master of Arts presso il Camberwell College of Arts di Londra. L’artista ha esposto nel Regno Unito, in Francia e in Corea. Ha preso parte a progetti speciali quali Dipping into Darkness, Asia House, Londra 2016; The Book of Galileo, Asia House, Londra 2014; Arabesque Dream, Abu Dhabi Art, Beyond Sector, United Arab Emirates 2016 e ha partecipato alla conferenza “Focus on Asia”, New York Book Art Fair 2012. Il suo lavoro è entrato a far parte della collezione del Victoria&Albert Museum di Londra.

 

 

Tra le mostre personali ricordiamo: Metamorphosis, Ierimonti Gallery, New York, 2018; Objecthood, a cura di Tiziana Castelluzzo, Galleria Patricia Armocida, Milan, 2017; Jukhee Kwon, October Gallery, Londra 2013; Being, La Scatola Gallery, Londra 2012; Inside-Out, Camberwell College of Arts Library, Londra 2011; Illustration works, Illustration Studio Space, LondRA, 2010; Tree to Tree, Seorabul Gallery, Corea 2004.

 

Tra le collettive: Art Verona Fair, Galleria Patricia Armocida, Verona, 2019; Dream No Small Dream: 40 Years of the Transavangarde, October Gallery, London, 2019; Present Moment, October Gallery, London, 2019; Please, return to Busan Port, CHOI&LAGER, Cologne,2016; Solchi letterari, Museo Scuderie Aldobrandini, Frascati 2016; Have a Good Day, Mr. Kim!, Michael Horbach Foundation in collaborazione con Choi & Lager Gallery, Colonia 2015; Art 15, Freedom Audit, October Gallery, Londra 2015; Malfunction Library, Seoul Museum of Art, Corea 2014; Presents, Choi & Lager Project, Parigi 2014; Art 14, October Gallery, Londra 2014; Journeys, TEA for THREE project, Berlino 2013; Rock, Paper and Scissors, TEA for Three project, Milano 2013; The secret garden, Choi & Lager Project, Parigi 2013; Art Dubai, Dubai 2013; Scope Basel, October Gallery, Basilea 2013; The world of Extraordinary Objects, October Gallery, Londra 2013; A Korean Eye, Choi & Lager project, Parigi 2012; The Map of Korea, 5th 4482 Korean Exhibition, Barge House Gallery, Londra 2012.

 

ARTISTA