Loading.....

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

Galleria Patricia Armocida Logo

YU JINYOUNG


YU JINYOUNG

I lavori di Yu Jinyoung invitano l’osservatore ad una riflessione sull’identità umana ed in particolare sulla solitudine e sulla difficoltà che caratterizza i rapporti tra gli individui nella società attuale. Attraverso la creazione di figure umane dalla espressione enigmatica e dai corpi trasparenti, l’artista enfatizza la sua preoccupazione sul sentimento di isolamento e di individualismo che pervade la nostra società e che deriva dall’incapacità di comunicare e di esprimere liberamente i propri sentimenti.

 

Le decorazioni vistose dei volti e di alcuni particolari della figura non sono sufficienti a contrastare l’inespressività e la trasparenza dei corpi che esprimono un sentimento di anonimato e di vuoto, quasi che queste figure volessero affermare la loro non-esistenza. La posizione delle gambe che denota timidezza e mancanza di sicurezza è volutamente accentuata da forti colori e vivaci ornamenti.


Yu Jinyoung è nata nel 1977 a Seoul dove vive e lavora. Ha conseguito un master in scultura presso la Sungshin Women's University, Seoul nel 2005. Ha esposto internazionalmente in Corea, Europa e Giappone.

 

In particolare ricordiamo tra le mostre personali: Myself / Them, Art Merge Lab, Los Angeles, California, 2015; I’M OK, Patricia Armocida Gallery, Milan, Italy, 2013; I'M OK, CHOI&LAGER Gallery, Cologne, Germany, 2013; A family in Disguise, Union Gallery, London, UK, 2008; Abundant Emptiness, Ami & Kanoko Gallery, Osaka, Japan 2007; Welcome, Kimi Art Gallery, Seoul, Korea, 2007; Abundant Emptiness, Chang Gallery, Seoul, Korea, 2006; Leaf, Life Noam Gallery, Seoul, Korea 2004.

 

Ha partecipato a numerose mostre collettive tra le quali: Hello, LeBASSE projects, U.S.A, 2011; An eye on korean contemporary, Paris, 2011; The Solo Project Art Fair, Basel, Switzerland ; Hey!, musée de la halle st pierre, Paris, 2011; Wow~! Funny Pop, Gyeongnam art museum, Gyeongnam, 2010; Lack of being, in ter alia art company, Seoul, 2011; Alice's Art Cube, Ansan arts center, Ansan, 2010; Star Wars-Episode Ⅲ, UNC Gallery, Seoul, 2010; Korean Art Show, New York, 2010; London Art Fair, London, 2010; The Cold Cell, do-it-yourself art centre, London, 2009; Transformation in art, Savina Museum,Seul, 2009; Hong Kong Art Fair, HKCEC, Hongkong, 2009; Museum in a Look, Woljeon museum, Icheon, 2009; PULSE MIAMI Art Fair, Miami, USMerry Colorful Abstraction, Gallery Artside, Seoul, 2008; I Wanna Be a Contemporary Artist, The Arts House, Singapore, 2008; Hong Kong Art Fair, HKCEC, Hong Kong, 2008; The Battle of Taste, Sangsangmadang, Seoul, 2008; I Design, Kumho Museum, Seoul, 2007; Baton Touch, Art Space Hyun, Seoul, 2007; A Complex, Sungkok Museum, Seoul, 2007; Wall - A Story Behind That, Gallery Zandari, Seoul 2006; Museum Festival, Seoul Museum of Art, Seoul, 2006; Whey Protein, Kimi Art Gallery, Seoul, 2006; Seoul Art Fair, Seoul Arts Center, Seoul, 2006; Funny Funny 4, Gallery Sejul, Seoul, 2006; Objet Painting, Gallery Chosun, Seoul, 2006; 21C Shamanism, Gallery Choheung, Seoul, 2004; Rapture Party, The alternative space Hap, Club COD, Seoul.