Loading.....

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

Galleria Patricia Armocida Logo

SWOON


SWOON

Swoon propone una visione impegnata del mondo che la circonda attraverso la rappresentazione di persone, spesso anonime, che danno voce e visibilità ad una precisa vicenda attraverso le sue raffigurazioni. A volte ritrae amici o parenti, colti in un significativo momento della loro storia personale, immortalando la loro anima spesso trasformata in allegoria. Incide ritratti su linoleum, li stampa su Mylar, su carta riciclata o su carta da lucido, che una volta dipinta diventa pezzo unico. É maestra nell'utilizzare carta tagliata e nel giocare con i pieni e vuoti delle forme, in un' esplorazione concettuale degli ambienti a cui sono destinati.

 

Caledonia Dance Curry, meglio conosciuta come Swoon, è nata a New London, Connecticut nel 1978 e cresciuta a Daytona Beach, Florida. Vive e lavora a Brooklyn, si è diplomata al Pratt Institute, Brooklyn (1998-2001). Si specializza nella tecnica dell' incisione mentre studia arte, ed è in questo periodo che comincia a attaccare le sue opere in strada e avvia progetti comunitari in collaborazione con altri giovani artisti. Su invito del gallerista Jeffrey Deich, nel 2005 tiene la sua prima mostra personale nella galleria di New York, accolta entusiasticamente dal New York Times. Swoon da allora è diventata un' artista riconosciuta a livello internazionale, con pezzi importanti acquisiti dal MoMA (New York, 2005) e dal Brooklyn Museum of Art (New York, 2006).

 

Le sue opere sono presenti in prestigiose collezioni, tra cui quelle del Massachusetts Museum of Contemporary Art, del PS1 Contemporary Arts Center di Long Island City, del Russian Museum a San Pietroburgo e della Tate Modern di Londra. Swoon si dedica anche a progetti umanitari o educativi (Haiti, Zambia). Ha dedicato parte degli ultimi anni a progettare, costruire e organizzare una flotta di barche costruite con materiali di recupero, progetto originariamente chiamato Miss Rockaway Armada, e, più recentemente, Swimming Cities of Switchback Sea e Swimming Cities of Serenissima, monumentale installazione di sculture galleggianti mostrata nel 2008 presso la galleria Deitch Projects di New York. Due di queste zattere sono state poi ricostruite in Slovenia e han navigato verso Venezia, in occasione dell'inaugurazione della 53. Biennale di Venezia, nel 2009.

 

Tra le mostre più importanti ricordiamo: The Canyon: 1999-2017, CAC, Cincinnati, Ohio, 2017; To Accompany Something Invisible, Allouche Gallery, New York, NY, 2017; The Light After, Library Street Collective, Detroit, MI, 2016; Swoon, Chandran Gallery, San Francisco, CA, 2015; Submerged Motherlands, Brooklyn Museum of Art, Brooklyn, NY, 2014; Petrichor, State college of Florida Manatee-Sarasota Fine Art Gallery, Brandenton, FL, 2013; The Folding of a New World, collettiva con Monica Canilao e Dennis McNett, Galleria Patricia Armocida, Milano, 2012; Thalassa, Great Hall of New Orleans Museum of Art, New Orleans, 2011; Art in the Streets, Geffen MOCA, Los Angeles, 2011; Fata Morgana, Galerie L.J., Parigi, 2010; Viva la Revolucion, Museum of Contemporary Art, San Diego, 2010; Swimming Cities of the Switchback Sea, Deitch Projects, New York, 2009; Feral ( with Monica Canilao), The Luggage Store, San Francisco, 2008; Drown your Boats
, New Image Art Gallery, Los Angeles, 2007; Miss Rockaway, P.S.1, New York, 2006; Since 2000: Printmaking now, Museum of Modern Art, New York, 2006; Graffiti, The Brooklyn Museum, New York, 2005; Swoon, Deitch Projects, New York, 2005.