Loading.....

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

Galleria Patricia Armocida Logo

STEVE POWERS


STEVE POWERS

Stephen Powers, nato e cresciuto a Philadelphia, si trasferì a New York nel 1994, dove ottenne visibilità con la pubblicazione della rivista On the Go e come autore di The Art Of Getting Over, storia dei graffiti. Dal 1997 al 1999 Powers, utilizzando l'apparentemente ufficiale acronimo ESPO (Exterior Surface Painting Outreach) per distogliere l'attenzione dall'illegalità delle sue attività, ricoprì dozzine di saracinesche di negozi con grandi lettere cubitali. L'anno seguente Powers abbandonò lo street writing per dedicarsi a progetti nel suo studio.

 

Il lavoro di Powers fonde parole e immagini in dipinti e grafiche che evocano le insegne fatte a bottega e che riflettono l'ironia dell'artista. Nel 2004 ha curato "The Dreamland Artist Club" facendo ridipingere a vari artisti le insegne di Coney Island. Nel 2007, come Fulbright Scholar, Powers si è alleato con i teenagers del posto creando opere pubbliche a Dublino e Belfast. Recentemente ha collaborato al progetto "A Love letter for You" per il quale una crew di venti artisti ha trasformato una parte della West Philadelphia in una valentina con una serie di messaggi romantici.
 

Mostre Personali: Coney Island Is Still Dreamland (To a Seagull), site-specific installation organized by Sharon Matt Atkins, Vice Director for Exhibitions and Collections Management, Brooklyn Museum, Brooklyn, NYC, US, 2015; Today is already tomorrow, Target Gallery, Alexandria, VA, 2014; Visual Blues, Alice Gallery, Brussels, BE, 2013; A Word is Worth a Thousand Pictures, Joshua Liner Gallery, New York, US, 2012; Days, V1 Gallery, Copenhagen Denmark, 2011; Separating Light From Dark, Patricia Armocida Gallery, Milan, Italy, 2008; Signarama, Deitch Projects at Art Basel, Miami, FL, USA, 2008; Sleep and Repeat, V1 Gallery, Copenhagen, Demark, 2007; The Magic World, The Pennsylvania Academy of Fine Art, Philadelphia, PA, 2007ESPO Bakery, Deitch Projects, The Armory Show, New York, NY, USA, 2005; My List Of Demands, Deitch Projects, New York, NY, USA, 2004. 

 

Collettive: DismalandWeston-super-Mare, North Somerset, UK, 2015; Most OddinismTopsafe London, The Rotunda, Miami, US, 2013; Art in the Streets, The Geffen Contemporary, MOCA,Los Angeles, US, 2011; Lots Of Things Like This, curated by Dave Eggers, Apex Art, New York, NY, USA, 2007; Beautiful Losers, Contemporary Art Center, Cincinnati, OH (exhibition traveled to Yerba Buena ArtCenter, San Francisco, CA; Orange County Museum of Art, Newport Beach, CA; Triennale di Milano, Milan, Italy; Le Tri Postal, Lille, France) (2004).
 

Progetti Speciali: Love Letter, project by Stephen Powers, 2010; Waterboard Thrill Ride, part of Creative Time's Democracy In America Exhibition, Coney Island, NY, USA, 2008; Dreamland Artist Club, Creative Time, New York, NY, USA; Co-curated and participated in project where over 40 artists painted signs and attractions in New York Landmark Coney Island, 2004; Street Market, with Barry McGee and Todd James, Deitch Projects, New York, NY, USA, 2000; Indelible Market, with Barry McGee and Todd James, curated by Alex Baker, Institute Of Contemporary Art, University Of Pennsylvania, Philadelphia, PA, USA, 2000.