Loading.....

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

Galleria Patricia Armocida Logo

NUNCA


NUNCA

Francisco Rodrigues, a.k.a NUNCA (1983, São Paulo), è un artista multidisciplinare che vive e lavora a San Paolo, Brasile. Il suo lavoro è spesso accostato al concetto di Cannibalismo Culturale: una nozione identificata dai Modernisti Brasiliani negli anni Venti per descrivere il modo in cui le culture tradizionali locali sono state trasformate dalle influenze esterne attraverso la globalizzazione, e come l’informazione mondiale interferisce nella costruzione o distruzione dell’identità dell’individuo.

NUNCA ha cominciato a dipingere per le strade di San Paolo all’età di dodici anni e ha sviluppato rapidamente uno stile distintivo estremamente riconoscibile, frutto di un dialogo tra antico e moderno. Le sue ombreggiature caratteristiche fanno riferimento all’antica incisione su metallo, tecnica usata dai primi conquistatori per ritrarre le tribù indigene e gli schiavi africani portati nel Nuovo Mondo.

Queste rappresentazioni generate dai conquistatori, alla base della creazione degli stereotipi e dei pregiudizi moderni e contemporanei verso l’Altro, venivano usate per soggiogare i popoli nelle colonie della madrepatria europea, dando origine alla supremazia del colonizzatore sul colonizzato.

NUNCA si interroga sul fenomeno umano e culturale, enfatizzando i confini ormai labili delle singole identità locali. La sua opera confronta il mondo urbano moderno con il suo passato nativo e investiga l’equilibrio tra commercio, natura e umanità, desiderando separarsi da una società binaria che impedisce la molteplicità delle culture, delle verità, delle storie e delle tradizioni. L’artista risponde all’eredità culturale del colonialismo e alle conseguenze sull’uomo di controllare le immagini e i simboli.

Nel contesto brasiliano in cui si stima coesistano circa 340 diverse etnie e gruppi indigeni, dove la diversità culturale è messa in pericolo in ogni momento, la pratica artistica di NUNCA rappresenta un tentativo di far fronte alla perdita di identità culturale e di diversità, all’instabilità economica e politica e all’ascesa di una nuova generazione interculturale.

Nunca ha esposto in importanti istituzioni in tutto il mondo tra cui: ArtScience Museum Singapore, 2018; CAFA Museum, Beijing, 2017; Frestas Triennial, Soroccaba, Brasile, 2017; SESC Museum, San Paolo, 2016; Oaxaca Museum of Contemporary Art, Oaxaca, Messico, 2013; Grand Palais, Parigi, 2009; Tate Modern, Londra, 2008; Museum of Modern Art, San Paolo, 2007; Caixa Cultural, Rio de Janeiro, 2007; AfroBrasil Museum, San Paolo, 2006. Il suo lavoro è stato esposto in gallerie in tutto il mondo tra cui San Paolo, New York e Hong Kong. Murales di NUNCA sono presenti nelle città di Parigi, Toronto, Francoforte, Berlino, Kiev, Lisbona, Los Angeles, Miami e Glasgow.